alt=

VIII Convegno Nazionale di Epigenetica

La crisi dell'adolescenza
Dai disturbi del neurosviluppo ai disturbi di personalità

Evento in modalità webinar | Sabato 13 aprile 2024

VOGLIO PARTECIPARE

Polvere di Capperi

Curiosità sulla ricetta: I Capperi


Dal sapore pungente e caratteristico i capperi sono un alimento prelibato e conosciuto in tutto il mondo. Sono dei boccioli, ovvero veri e propri fiori ancora schiusi, di un arbusto che cresce in tutta l’area mediterranea, e predilige terreni umidi e rocciosi. Sono composti principalmente di carboidrati complessi e fibre nonché di minerali come manganese, ferro, magnesio e rame e contengono anche vitamine e folati anche se non in quantità significative. Inoltre il contenuto di rutina e quercetina, appartenente alla famiglia dei flavonoidi, attribuisce ai capperi la capacità di regolare i livelli di colesterolo e di avere effetti antinfiammatori e antiossidanti. Sono utili nella preparazione di molti piatti per conferire un sapore deciso o per sostituire il sale. In commercio si possono trovare capperi sotto aceto, sott’olio o sotto sale marino grosso. I migliori qualitativamente sono quest’ultimi che spesso vengono scartati per l’alto contenuto di sodio e pertanto sconsigliati agli ipertesi. Purtroppo molti ignorano che questo problema si può risolvere prelevando singolarmente i capperi dalla confezione, sciacquarli abbondantemente sotto acqua corrente e lasciarli a bagno in acqua fresca per una decina di minuti prima di utilizzarli, basta poi non aggiungere sale alle pietanze dove essi vengono aggiunti ed ecco che possiamo beneficiare di tutte le loro qualità.
Il sale di capperi non è altro che la polvere di capperi essiccati a bassa temperatura e si conserva molto a lungo. Si può aggiungere a molte pietanze, (insalate, salse, crostini, ecc…) per esaltarne il gusto, in questo caso io l’ho utilizzato per insaporire un piatto fresco e veloce perfetto per l’estate realizzato con pomodorini saltati in padella con aglio e olive taggiasche.

Ricetta

Ingredienti
1 barattolo di capperi sotto sale grosso marino

Procedimento
Prelevare i capperi dalla confezione, sciacquarli molto bene sotto acqua corrente per togliere tutto il sale, se non dovesse essere sufficiente lasciarli in ammollo in acqua fresca per 10-15 minuti e poi scolarli.
Riporre i capperi sopra della carta assorbente cercando di asciugarli il più possibile.
Preriscaldare il forno a 120°C. Disporre ora i capperi in modo distanziato su una teglia ricoperta di carta forno ed informare. Saranno necessarie circa 4 ore di essiccazione in forno prima che siano pronti. Girare i capperi di tanto in tanto e controllare che non brucino. Dopo circa 2 ore abbassare la temperatura a 100°C. Capirete quando i capperi sono pronti perché prendendone uno in mano esso si sgretolerà completamente diventando polvere.
Al termine dell’essicazione potrete frullare tutti i capperi con un mix da cucina finché non otterrete una polvere fina.
Conservate la polvere in un barattolino di vetro in un luogo asciutto.
Per degustare questa preparazione io ho fatto saltare in padella dell’aglio tritato finemente con olio, olive taggiasche e pomodorini pachino, senza l’aggiunta di sale. Ho condito con il sugo ottenuto degli spaghetti ed infine li ho cosparsi di polvere di capperi.

Buon Appetito!

© 2024 Istituto di Medicina Naturale srl P.IVA 02622350417 - Website made with by Lorenzo Giovannini