fbpx
You are here:Home>Medicina Naturale>Naturopatia>La primavera del rinnovamento dopo il Covid-19
La primavera del rinnovamento dopo il Covid-19

La primavera del rinnovamento dopo il Covid-19

Dopo questo pesante periodo così focalizzato sulla pandemia mondiale che ci ha esposto ad un susseguirsi di notizie molto spesso decisamente pesanti, è arrivato il momento di parlare di qualcosa di bello e positivo, quale l’arrivo della primavera.

La primavera mi fa pensare al verde dei prati, alle gemme che crescono, agli animali che vanno in amore, al contadino che semina o che fa la potatura verde, alle persone che puliscono, ai primi insetti che svolazzano in casa ed in giardino, al vento che muove i pollini delle piante.

Tutto questo dinamismo (che in medicina cinese è visto come qualcosa di attivo o yang) è generato dai meridiani del fegato e della vescicola biliare.
Avere questi meridiani in equilibrio aiuta a prendere le decisioni con facilità, portare a termine quello che si è iniziato, saper perdonare, dirigere la propria rabbia nella realizzazione dei propri scopi, essere coraggiosi, essere dei leader equilibrati.

Secondo la Medicina Tradizionale Cinese, essendo il meridiano del fegato collegato con quello del cuore e il meridiano della vescicola biliare con quello dell'intestino tenue, in primavera è particolarmente importante riequlibrare questi meridiani al fine di ritrovare la gioia, la lucidità nelle decisioni importati, ma anche la capacità di sbarazzarsi dei pensieri indesiderati.
Per questo motivo in primavera l'impulso di purificazione e la  necessità di drenaggio dell’asse Legno-Fuoco è insito dentro noi.

Qualcuno butta via le cose in eccesso da casa e mette in ordine, altri scelgono di eliminare le tossine attraverso l’attività fisica all’aperto altri ancora iniziano diete purificanti o assumono tisane, clorofilla in gocce o capsule o gemoderivati. Anche gli animali si purificano, come ad esempio i cani che lo fanno mangiando l’erba.

Ogni primavera è cosi, ma questa è una primavera diversa; nell’ aria si respira un grande desiderio di leggerezza, voglia di stare all’aperto, desiderio di pulizia, di scrollarsi dalle spalle tutte le brutte notizie e di rinnovamento.
Non reprimete questa energia, assecondatela per non andare contro voi stessi e contro natura.
Se tutti seguissero il loro istinto (come fanno gli animali che corrono felici nei prati verdi in primavera), i meridiani del fegato e della cistifellea starebbero in equilibrio e di conseguenza saremmo tutti più ottimisti, fiduciosi, coraggiosi e attivi.

Il cambiamento del singolo diventa il cambiamento di tutti e così, mossi da un intento comune e grazie all’energia rinnovante del movimento Legno, possiamo cambiare dentro e fuori.

Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti ad utilizzare i cookie.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati dal sito ed eventualmente disabilitarli, accedi alla Policy.