alt=

VIII Convegno Nazionale di Epigenetica

La crisi dell'adolescenza
Dai disturbi del neurosviluppo ai disturbi di personalità

Evento in modalità webinar | Sabato 13 aprile 2024

VOGLIO PARTECIPARE

Depurarsi con la betulla

Alleggerire l’alimentazione inserendo più verdura verde in  abbinamento ad un costante esercizio fisico sono punti cardine per iniziare a mettere in moto il processo depurativo. Inoltre la natura ci suggerisce preziosi rimedi naturali che possiamo assumere per una depurazione profonda ed efficace. Scopriamo le meravigliose proprietà della betulla.

Betulla e depurazioneLa linfa di betulla, così come contribuisce all’equilibrio delle acque nel terreno, contribuisce anche all’equilibrio dei fluidi nel corpo umano.  La betulla è una pianta associata a Venere, da sempre considerata nella tradizione orale l’albero dell’inizio; “prepara la terra e prepara anche l’anima"1. In Nord Europa ha la connotazione di protezione, tanto da ricavarne delle culle lavorate appunto in legno di betulla. Era usanza forgiarne delle scope, che oltre ad essere un pratico strumento domestico, erano incaricate al rituale di spazzar via lo spirito vecchio per ospitarne il nuovo. La betulla è un albero dalla chioma folta e luminosa, e i suoi rami vengono percossi alla più debole folata di vento; il fogliame leggero, è caratterizzato da piccole foglie ovali ed appuntite con i bordi dentellati.

Nella tisana, preparata tramite infuso di foglie giovani, così come nell’estratto puro della linfa, troviamo un ottima soluzione per stimolare la cistifellea, reni e vescica; una bevanda diuretica, antisettica e leggermente sudorifera. La linfa, depura il sangue ed è un efficacissimo tonico per il metabolismo, apprezzato sin dai tempi più antichi. L’ingestione della betulla, sprigiona inoltre un leggero effetto antidepressivo; porta la sua flessibilità e dolcezza a coloro che tendono a essere rigidi, rispondendo prontamente a patologie come artrite e reumatismi.

Per una cura depurativa primaverile, è importante raccogliere foglie giovani tra aprile e maggio per berle in tisana con un quantitativo di 2 o 3 tazze al giorno per 3 settimane. In alternativa, le giovani foglie di betulla regalano il meglio di se anche in aggiunta a sfiziose insalate.


1.Hageneder F (2001), lo spirito degli alberi, crisalide edizioni

 

Articoli che potrebbero interessarti

© 2024 Istituto di Medicina Naturale srl P.IVA 02622350417 - Website made with by Lorenzo Giovannini