Biosalus.net
Il portale di medicina integrata, biologico, green economy e benessere olistico.

Articoli ed approfondimenti
a cura dell' Istituto di Medicina Naturale e della Scuola Italiana di Naturopatia

imn scuola

L'adolescenza, periodo di transizione cruciale nella vita di ogni individuo, viene spesso affrontata con un approccio superficiale che trascura i bisogni profondi dell'anima giovanile. In vista dell'ottava edizione del Convegno Nazionale di Epigenetica, in programma per il 13 aprile, abbiamo avuto l'opportunità di intervistare il professor Guidalberto Bormolini Monaco, sacerdote e docente presso l'università di Padova, il quale ci ha offerto una prospettiva unica sull'adolescenza e il suo impatto sulla coscienza.

Il Professore inizia esaminando l'importanza dei legami tra corpo, psiche e spirito, sottolineando come la moderna scienza confermi una saggezza antica che li considera interconnessi. Tuttavia, nel contesto attuale, i giovani sono spesso esposti a messaggi negativi che minano la loro fiducia nel futuro, inducendoli a percepire il mondo come privo di prospettive.

Questo atteggiamento, secondo il Professore, non solo alimenta una sensazione di crisi, ma porta i giovani a percepire la propria esistenza come un vicolo cieco, privo di vie di uscita. Fondamentale diventa quindi comprendere i bisogni profondi dei giovani, che spesso rimangono inespressi e non soddisfatti.

Il Professore sottolinea la mancanza di un'educazione che permetta loro di esplorare la propria interiorità, di conoscere e accogliere i propri impulsi e di dare loro una giusta direzione. È necessario andare oltre l'educazione superficiale e offrire una formazione che armonizzi corpo, psiche e spirito, proponendo una spiritualità laica che sia accessibile a tutti.

Inoltre, il Professore mette in luce il ruolo fondamentale del sogno nell'adolescenza, sottolineando che privare i giovani della capacità di sognare significa privarli della loro migliore qualità: la capacità di guardare oltre, di immaginare un futuro migliore.

In conclusione, il Professore invita a un'educazione che insegni ai giovani a sognare e a guardare in alto, offrendo loro prospettive di speranza e realizzazione. Questi argomenti saranno approfonditi durante il Convegno Nazionale di Epigenetica.

La voce del Professore Bormolini risuona come un richiamo alla responsabilità educativa e alla necessità di offrire ai giovani gli strumenti per affrontare il futuro con fiducia e determinazione. Per iscrizioni e ulteriori informazioni, vi invitiamo a consultare il link: https://www.naturopatiaitaliana.it/cne2024.

Scritto da Valentina

Esperta in web marketing e comunicazione, appassionata del mondo della medicina integrata e del benessere olistico, è responsabile della redazione del portale www.biosalus.net

Articoli che potrebbero interessarti

© 2024 Istituto di Medicina Naturale srl P.IVA 02622350417 - Website made with by Lorenzo Giovannini